Medicina del lavoro • 81 08 Sicurezza sul lavoro • Corsi sulla sicurezza aziendale • Corsi Rls • Corsi Rspp

 
Registrati
Help
menu_archivio
 
 
     
 
Archivio News

Inail: quali sono le conseguenze alla guida di alcol, droghe e farmaci?
marted́ 5 novembre 2019

Milano, 5 Nov – Sappiamo che guidare un veicolo in condizioni psicofisiche alterate – ad esempio sotto l'effetto di alcol, sostanze stupefacenti o psicotrope - rappresenta un rischio non solo per la propria sicurezza, ma per la sicurezza dell’intera collettività.


 


In relazione ai tanti incidenti gravi e mortali che avvengono sulle strade per la mancanza di condizioni psicofisiche adeguate dei guidatori, il Codice della Strada - approvato con Decreto Legislativo 30 aprile 1992, n. 285 e accompagnato da un regolamento di attuazione – presuppone specifici articoli e sanzioni in materia, ad esempio con riferimento a:



  • Art. 186. Guida sotto l'influenza dell'alcool

  • Art. 186-bis. Guida sotto l'influenza dell'alcool per conducenti di età inferiore a ventuno anni, per i neo-patentati e per chi esercita professionalmente l'attività di trasporto di persone o di cose

  • Art. 187. Guida in stato di alterazione psico-fisica per uso di sostanze stupefacenti


 


Per comprendere le conseguenze dell’utilizzo di sostanze stupefacenti o psicotrope alla guida e migliorare la consapevolezza dei rischi tra i guidatori, in ambito lavorativo e non, l’Inail ha recentemente pubblicato un documento dal titolo “Sicurezza alla guida - Effetti dell'uso di alcol, droghe e farmaci”, a cura di Elisa Saldutti (Sovrintendenza sanitaria centrale), Tiziana Rizzi (Direzione centrale pianificazione e comunicazione) e Luisa Sbrana (Direzione regionale Liguria).


 


Questi gli argomenti affrontati nell’articolo:



  • Quando le condizioni psicofisiche sono alterate

  • Le conseguenze dell’assunzione di alcol

  • Le conseguenze dell’assunzione di droghe

  • Le conseguenze dell’assunzione di alcune categorie di farmaci


Quando le condizioni psicofisiche sono alterate


Il documento dell’Inail ricorda innanzitutto, come segnalato già a inizio articolo, che il Codice della Strada prevede sanzioni per chi “conduce veicoli in condizioni psicofisiche alterate conseguenti all’assunzione di sostanze stupefacenti o psicotrope, sostanze che interferiscono con la destrezza, la lucidità, la regolarità e la prontezza di riflessi, parametri indispensabili per una guida corretta e sicura”.


 



 


Tuttavia – continuano gli autori - nel nostro Paese molti incidenti stradali gravi sono dovuti proprio “alla perdita di controllo del veicolo perché i guidatori hanno abusato di alcol e/o sono sotto l’effetto di sostanze stupefacenti”.


 


E non bisogna dimenticare che “anche alcune categorie di farmaci possono comportare alterazioni della capacità di concentrarsi alla guida. Se si sta seguendo una terapia farmacologica, mai sottovalutarne gli effetti collaterali la cui entità, soprattutto all’inizio della terapia, non è prevedibile. Leggere sempre il foglio illustrativo del farmaco e, nel dubbio, chiedere informazioni al proprio medico curante o al farmacista”.


 


Per viaggiare in sicurezza il documento riporta indicazioni su vari temi: alcoldroghe e farmaci.


 


Le conseguenze dell’assunzione di alcol


Si indica che l’alcol è “una sostanza stupefacente o psicotropa che influisce sul sistema nervoso centrale e sui comportamenti”. E i sintomi da ingestione di alcol “variano in base all’alcolemia: concentrazione nel sangue misurata in grammi /litro (g/l)”.


 


Viene riportata una tabella relativa agli effetti a breve termine


 



 


Sono poi indicati come effetti a lungo termine: “dipendenza, aumento della tolleranza, ricerca di alcol come scopo principale, sindrome da astinenza”.


E si sottolinea che la gravità dei sintomi, a parità di alcol assunto, dipende:



  • dal genere (le donne sono più suscettibili);

  • dal peso corporeo (le persone in sovrappeso sono più resistenti);

  • dall’età (l’alcol è metabolizzato con difficoltà prima dei 16 anni);

  • dall’alimentazione (bere a digiuno è più dannoso).


 


Le conseguenze dell’assunzione di droghe


Si indica che con il termine generico di droghe si intendono “ sostanze stupefacenti o psicotrope che hanno effetto sul sistema nervoso centrale e sui comportamenti”.


 


Una tabella riporta gli effetti soggettivi e oggettivi di alcune droghe:


 



 


Le conseguenze dell’assunzione di alcune categorie di farmaci


Il documento si sofferma anche su alcune categorie di farmaci.


Infatti durante una terapia farmacologica “alcuni possibili effetti collaterali risultano particolarmente pericolosi mentre si è alla guida di un veicolo”.


 


Riportiamo dal documento, in conclusione, anche la tabella relativa ai possibili effetti di alcune categorie di farmaci:


 



 


 LA FONTE:PUNTO SICURO



 
Tutti i diritti riservati
www.medasservice.it © 2009
partita iva: 06392660632

Privacy | Cookie

home | servizi | archivio | e-learning | corsi | lavora con noi | contatti | faq | link |
Servizi per le piccole e medie imprese: Medicina del lavoro | Sicurezza sul lavoro
Realizzato da Napoli Web S.r.l.
Siti Web Napoli